Altri libri

domenica 24 settembre 2017

La Sonda Cassini ha registrato le immagini di un “oggetto misterioso” negli Anelli di Saturno


 



Proprio prima che la nave spaziale Cassini della NASA bruciasse nell’atmosfera di Saturno, riuscì a fotografare un ” inspiegabile glitch ” sugli anelli di Saturno. “Che cos’è? Da dove proviene? Dove sta andando? Lo stiamo monitorando quasi da quando “gli astronomi lo hanno visto per la prima volta – dicono alla NASA.  “Non abbiamo mai risolto il problema della provenienza di questo ‘oggetto. Tutto quello che possiamo fare è seguire l’errore “.
Una delle ultime immagini scattate dalla sonda spaziale Cassini ha mostrato qualcosa di misterioso negli anelli di Saturno. SonoAlieni? “Non proprio, ma sarebbe eccitante. Davvero emozionante!!” -dicono alla NASA.
Cassini ci ha insegnato così tante cose interessanti non solo riguardo a Saturno e le sue lune, ma sul sistema solare in generale. E mentre abbiamo imparato tanti nuovi dettagli sul nostro sistema solare, Cassini ha aperto le porte per ulteriori domande per inondare i nostri astronomi sulla Terra che hanno scoperto nuovi dettagli sui pianeti e sulle lune del nostro sistema solare.

Tra i misteri ancora da risolvere è la possibile formazione di uno strano «oggetto non identificato» soprannominato «Peggy». Alcuni hanno proposto che potrebbe essere una luna che si suppone si sia formata all’interno degli anelli di Saturno.

Gli astronomi sono stati in grado di analizzarla ma per poco, grazie a disturbi all’interno degli anelli di Saturno, che furono per primi rilevati da un astronomo della Queen Mary University di Londra, il dr. Carl Murray.
Piccoli disturbi nelle onde degli anelli – sono stati notati dagli astronomi che li hanno associati alle lune pastorali. Le lune pastorali sono essenzialmente satelliti estremamente piccoli che vivono all’interno degli anelli e li aiutano a mantenerli stabili intorno al pianeta.

Murray ha notato uno strano e nuovo scorrimento negli anelli nel 2013, ma non è riuscito a individuare la supposta luna. Da allora, gli astronomi hanno studiato i dati e le immagini inviati da Cassini per ottenere altrettante informazioni sui satelliti anomali possibili. Gli esperti non sono riusciti mai a raggiungerlo e vederlo. Tuttavia, gli esperti stimano che, in base alle dimensioni dei disturbi, potrebbe essere estremamente grande.

All’inizio di quest’anno, mentre parlava in un’intervista alla BBC News, il dr. Murray ha detto che stanno già seguendo Peggy, la stanno monitorando: “Quando Cassini è uscito dal bordo dell’anello all’inizio del 2016, siamo tornati a cercare dove Peggy dovrebbe essere; e poi abbiamo trovato Peggy e da allora lastiamo monitorando.”
Per saperne di più sull’oggetto misterioso, Murray sta analizzando i dati inviati da Cassini dal suo ultimo passaggio, proprio prima di entrare in Saturno, ma stranamente, non si riesce a trovare Peggy da nessuna parte. “Non riuscivo a trovare Peggy nei dati pur continuando a cercare”, ha detto il dr. Mika McKinnon a Gizmodo. “Peggy è probabilmente lì, non ho trovato esattamente il punto esatto dove si nasconde.” 

Risultati immagini per NASA’s Cassini Spacecraft photographed something mysterious on Saturn